Psicoeducazione per il disturbo bipolare

Home/Trattamenti/Psicoeducazione per il disturbo bipolare
Psicoeducazione per il disturbo bipolare 2017-03-30T19:45:33+00:00

Project Description

 

Di cosa si tratta?

“La psicoeducazione è un metodo d’intervento, in cui a un paziente o ai suoi familiari, sono date informazioni utili a prevenire un disturbo o a coadiuvarne la cura.” Il gruppo di psicoeducazione per pazienti bipolari ha l’obiettivo di fornire ai pazienti informazioni dettagliate riguardo al disturbo di cui soffre, migliorare l’aderenza farmacologica e facilitare l’identificazione precoce di nuovi episodi. Studi scientifici hanno dimostrato che la psicoeducazione del disturbo bipolare migliora la qualità di vita aumentando l’aderenza al trattamento, riducendo il numero di nuovi episodi e ampliando l’intervallo di tempo tra un episodio e l’altro.

A chi è rivolto?

Il gruppo di psicoeducazione è rivolto a persone affette da disturbo bipolare, e/o ai loro familiari, che vogliono avere una maggiore conoscenza del disturbo, comprenderne le caratteristiche e le modalità di funzionamento ed essere in grado di gestirne efficacemente tutti gli aspetti allo scopo di prevenire le ricadute.

Che cosa si fa?

Il programma psicoeducativo si basa sul modello di Colom e Vieta (Colom e Vieta, 2006) che è ritenuto uno dei modelli più efficaci per il trattamento del disturbo bipolare. Il gruppo viene condotto da due terapeuti, ha una frequenza settimanale ed è costituito da 12 incontri per la durata complessiva di 3 mesi. É suddiviso in 5 moduli:

Modulo 1: coscienza di malattia

Modulo 2: aderenza farmacologica

Modulo 3: evitamento dell’uso di sostanze

Modulo 4: individuazione precoce dei nuovi episodi

Modulo 5: regolarità dello stile di vita e gestione dello stress

Vengono organizzati due gruppi ogni anno, ogni incontro ha la durata di un’ora e mezza, in genere dalle ore 19 alle ore 20:30. Alla fine di ogni incontro verrà consegnato al paziente il materiale psicoeducazionale relativo agli argomenti discussi. Lo scopo di tale attività è anche quella di ridurre lo stigma o il disagio di chi immagina di essere il solo ad avere difficioltà di gestione del proprio disturbo

E’ possibile accedere al gruppo anche se il proprio psichiatra non lavora presso il terzocentro a condizione che il quadro clinico sia stabilizzato e l’intervento sia condiviso dal proprio psichiatra referente.

Quali sono i contenuti di ciascun modulo?

Per ogni modulo verranno riportati di seguito i rispettivi argomenti

Modulo 1. Coscienza di malattia

  • che cos’è la malattia bipolare?
  • fattori eziologici e scatenanti (cause)
  • sintomi: mania, ipomania, depressione ed episodi misti
  • decorso e prognosi

Modulo 2. Aderenza farmacologica

  • trattamento: stabilizzanti, antimaniacali e antidepressivi
  • livelli plasmatici: litio e valproato
  • gravidanza
  • psicofarmacologia vs terapie alternative
  • rischi associati all’interruzione del trattamento

Modulo 3. Evitamento dell’abuso di sostanze

  • sostanze psicoattive: rischi nella malattia bipolare

Modulo 4. Individuazione precoce di nuovi episodi

  • individuazione precoce degli episodi maniacali e ipomaniacali
  • individuazione precoce degli episodi depressivi e misti
  • che fare quando viene identificata una nuova fase?

Modulo 5. Regolarità dello stile di vita e gestione dello stress

  • regolarità dello stile di vita
  • tecniche per il controllo dello stress
  • strategie di soluzione ai problemi
  • chiusura del gruppo: alcuni libri per continuare ad essere informati

 

Bibliografia

Colom F., Vieta E. (2006). Manuale di psicoeducazione per il disturbo bipolare. Fioriti, Roma